• Home
  • Blog
  • News
  • LO ZEN E L'ARTE DELL'INTAGLIO DEI VEGETALI IN ORIENTE

LO ZEN E L'ARTE DELL'INTAGLIO DEI VEGETALI IN ORIENTE


Uno degli aspetti che mi hanno affascinato di più nei miei viaggi in Oriente è l’arte dell’intarsio dei vegetali per la decorazione della tavola o vegetables carving. Si tratta di una tecnica molto antica, mediata dalle pratiche di food offering, l’offerta votiva di cibo alle divinità nei templi, secondo il principio buddista del “Dare per ricevere”…

L’arte dell’incisione dei vegetali o vegetables carving (การแกะสลักผลไม้) in Thailandia è una componente significativa del patrimonio culturale tailandese. Le sculture d’anguria risalgono alla dinastia Sukhothai (XIV sec.) e, ancora oggi, nella festa delle luci o Loi Krathong che si svolge a novembre, le persone fanno galleggiare lampade e lanterne lungo i fiumi per onorare gli spiriti dell'acqua. Una leggenda narra che Noppamas, una delle ancelle del Re Somdet Phra Ruang, avesse decorato la sua lanterna con un'anguria scolpita con motivi floreali per impressionarlo e che il sovrano ne rimase così affascinato che stimolò tutte le donne tailandesi a cimentarsi in quella pratica, inserendolo tra le discipline obbligatorie della scuola elementare. Il thai fruit carving si basa su fiori, uccelli e motivi floreali.

Molti in realtà sostengono che la scultura della frutta e dei vegetali sia nata molto prima in Cina, durante la dinastia Tang (618-906 d.C.), quando fu utilizzata nella decorazione dei banchetti imperiali o per raccontare storie e leggende, per diventare nel corso del tempo un elemento dell’arte del ricevere gli ospiti e per celebrare cerimonie importanti. Di solito, è l'esterno di angurie e meloni ad essere intagliato mentre la polpa viene scavata per essere utilizzata come contenitore per inserire cibo o fiori. Spesso gli elementi decorativi prevedono creature leggendarie come i dragoni o l’araba fenice.

Nella cultura giapponese l’intarsio dei vegetali o mukimono (剥き物) enfatizza l’aspetto estetico dei piatti che solitamente venivano serviti in ceramiche non smaltate per renderli ancora più attrattivi. Dai banchetti di alta cucina kaiseki-ryōri, la tecnica del carving si è diffusa, semplificandosi, anche nella cucina di strada, un tempo i piatti migliori di street food venivano decorati con piccoli vegetali intagliati o con foglie intrecciate con la tecnica dell’origami. Il mukimono oggi rappresenta una parte integrante della formazione delgli chef.

FC9

FC3FC4FC12

FC10FC11FC15FC21

 

 

 

Tags: fruit carving, vegetable carving, Intaglio frutta, Intaglio vegetali

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.